Attratto dagli sci sin da bambino, l’altoatesino Markus Eder è diventato un freerider di successo, che ha partecipato ai Giochi Olimpici e ha girato mezzo mondo. Abbiamo parlato con lui di viaggi, ”freeski”, sicurezza ed equipaggiamento.

Markus Eder

Markus Eder

Qual è stato finora il tuo progetto più emozionante e avvincente?
È difficile sceglierne uno. Di regola cerchiamo la neve profonda in Canada o Alaska, ma l’anno scorso ho potuto realizzare, in collaborazione con The North Face e Smith, un progetto a Riobianco in Valle Aurina, precisamente alla Malga Fadner, a dimostrazione del fatto che non si deve per forza viaggiare fino in capo al mondo per trovare le condizioni perfette: basta aprire gli occhi per trovarle anche qui da noi in Alto Adige, davanti alla porta di casa.

Fin dove ti sei spinto per praticare il freeski e qual è il tuo luogo preferito?
Negli ultimi anni ho raggiunto diversi luoghi “esotici” per sciare, come la Namibia o l’Islanda e l’Alaska per l’heliski. Ma possiamo ritenerci estremamente fortunati anche sulle Alpi: le nostre aree sciistiche sono molto più vaste di quelle in America e ci offrono maggiore accesso a piste incontaminate. Una delle esperienze migliori l’ho fatta nella piccola area sciistica di Kappl am Arlberg.

A cosa deve prestare assolutamente attenzione chi pratica freeski?
L’aspetto decisamente più importante è la sicurezza! Si deve conoscere perfettamente la propria attrezzatura di sicurezza, aggiornando preparazione e conoscenze anche due volte all’anno o più frequentemente, e ponderare maggiormente le proprie scelte. Dopo aver valutato questi fattori, manca solo il divertimento e ci si può lanciare nell’avventura!

“Sono io il mio stesso allenatore.”

La paura è una presenza costante?
Sì e ne sono contento, perché mi permette di valutare tutti i rischi con razionalità, ma appena inizia la sfida, me ne sbarazzo. Alla fin fine però, non può mai svanire del tutto.

Hai subito incidenti gravi?
Qualcuno, ma finora nulla che mi abbia veramente fatto dubitare di ciò faccio.

Come ti prepari per la stagione?
In estate cerco di allenarmi il più possibile all’aperto, quindi vado in bici, pratico slacklining, arrampico, scio sui ghiacciai, mi esercito con il trampolino elastico, ecc, ma mi alleno anche in palestra. Non appena l’inverno si avvicina, trascorro sempre più tempo in montagna, per il freeride, il freestyle o una semplice camminata. Con RedBull ho sviluppato un programma di allenamento che seguo regolarmente ma, in ultima analisi, sono io il mio stesso allenatore.

Con quale equipaggiamento affronti la montagna?
Attualmente la mia attrezzatura preferita comprende gli sci in carbonio “BMT V-Werks 122” con attacco KingPin e scarponi Dalbello Lupo T.I. Si tratta di uno sci grosso ma leggero e affidabile in discesa. Inoltre, da anni utilizzo casco e maschera di Smith, mentre l’abbigliamento tecnico me lo fornisce The North Face. Nello zaino ripongo l’attrezzatura di sicurezza, foto e videocamere, cannocchiale, vettovaglie, eventualmente imbracatura e corda.

Markus Eder

Markus Eder

Eviti le aree sciistiche o a volte ti cimenti anche con lo sci “tradizionale”? Se sì, dove?
Cerco di evitarlo, per quanto possibile. Utilizzo le piste soprattutto per raggiungere il più velocemente possibile la seggiovia dal parco o dalla neve profonda. Vada per l’area sciistica, ma non per praticare slalom.

 

Quali sono i maggiori successi che hai ottenuto finora?
La vittoria al Freeride World Tour a Courmayeur e la partecipazione ai nostri primi Giochi Olimpici a Sochi sono decisamente due eventi salienti, ma il primo posto al Nine Knights 2010 e il secondo al RedBull Linecatcher 2011 sono ad oggi i miei trionfi più importanti. Sono giunti abbastanza inaspettati, come la carriera professionistica.

Cos’hai in programma nel prossimo futuro?
La mia specialità è non fare programmi. Mi piace qualsiasi fondo, dal freestyle al freeride, e provo tutto dando sempre il massimo. Quest’anno spero di poter prendermi qualche soddisfazione anche nel mondo alpinistico: ho già in mente alcuni progetti interessanti…

Onlineshop

Nello shop online di SPORTLER trovi sci per freeride e molto di più!

Onlineshop